E' importante per te che il tuo insegnante d'inglese sia madrelingua? Stai facendo un grande errore!

Aggiornato il: set 26

Un insegnante di inglese madrelingua è davvero l'opzione migliore per chi vuole imparare l'inglese? La risposta breve è NO. (E io sono un insegnante di inglese madrelingua.)


Vi spiego il perché e vi faccio un elenco di 5 cose che cerco quando scelgo gli insegnanti per The Language Centre (e ti incoraggio a cercare le stesse cose quando cerchi un insegnante d'inglese).


Qui in Italia c'è un'ossessione per l'insegnante di inglese "madrelingua". Quando si sceglie una scuola o un insegnante è spesso la prima cosa che le persone considerano, ma sono qui per dirti che non dovrebbe essere così.


Oggigiorno, molte persone comprendono l'importanza di investire in corsi di lingua per sé o per i propri figli in scuole di lingue private e, il più delle volte, avere un insegnante madrelingua è in cima alla lista delle priorità.


Lo capisco. L'insegnante madrelingua inglese porta un elemento culturale alla esperienza (diciamo cose divertenti e il nostro italiano ti fa ridere), e chi può insegnarti l'inglese meglio di qualcuno che ha parlato la lingua per tutta la sua vita, giusto? SBAGLIATO!


L'obiettivo NON è un'esperienza culturale, l'obiettivo è imparare a comunicare usando la lingua inglese! Solo perché qualcuno è nato in un paese in cui la lingua madre è l'inglese, non significa automaticamente che sappia come insegnarti a usarlo.


Insegno inglese in Italia (Torino) da 14 anni e ho aperto la mia scuola, The Language Centre, quasi 10 anni fa. In questo periodo ho osservato che molte scuole assumono insegnanti madrelingua indipendentemente dalle loro qualifiche. Ero anch'io una di queste insegnanti quando sono arrivato in Italia 14 anni fa! Non importava che non avessi mai insegnato prima o che non conoscessi nemmeno la grammatica inglese (non studiamo grammatica inglese a scuola in Australia).


Le scuole di lingua private lo fanno perché è ciò che molte persone chiedono. Alcuni direbbero che questo va bene per le "lezioni di conversazione", ma ecco perché anche questo è sbagliato: anche una lezione di conversazione deve essere strutturata con obiettivi e adatta al livello dello studenti o del gruppo. Solo un insegnante con esperienza sa come farlo.


Anch'io ho assunto solo insegnanti madrelingua quando ho aperto la mia scuola ma con il passare del tempo, quando la mia scuola ha iniziato a crescere, ho iniziato a fare colloqui e assumere anche insegnanti fluenti in inglese ma non madrelingua, e ho capito che l’idea che gli insegnanti madrelingua siano l'opzione migliore è un grosso errore. In realtà questa scelta si può impedire alle persone di imparare l'inglese!


Un enorme vantaggio degli insegnanti non-madrelingua è che hanno imparato la lingua inglese e sono fantastici nello spiegare le cose in modo che gli studenti capiscano. Spesso sono anche super qualificati in quanto a volte è più difficile per loro trovare lavoro.


Ovviamente ci sono molti insegnanti di inglese madrelingua incredibili e qualificati con un sacco di esperienza (io, ovviamente, sono uno di questi!) ma il mio scopo generale è questo:


L'inglese è ora una lingua internazionale parlata in tutto il mondo. Se vuoi migliorare il tuo inglese devi essere esposto alla lingua, devi esercitarti e hai bisogno di un BUON INSEGNANTE, madrelingua o no, non c’entra!


Quindi cosa rende un buon insegnante d’inglese?


Di seguito, un elenco di 5 cose che cerco quando scelgo gli insegnanti in base alla mia esperienza e, soprattutto, i risultati che devono essere ottenuti durante le lezioni.

  1. Un buon insegnante di inglese parla l'inglese fluentemente e ha una pronuncia perfetta. Avere un accento inglese o americano non è importante. Il desiderio di avere un accento inglese o americano è antiquato. Nel mondo reale devi essere in grado di comunicare bene e parlare bene l'inglese (e il tuo accento ti rende unico!). Questo vale sia per gli insegnanti non madrelingua che per quelli madrelingua (un forte accento scozzese o irlandese può essere molto difficile da capire e può rendere le lezioni stressanti per gli studenti!)

  2. Un buon insegnante di inglese ha trascorso una notevole quantità di tempo in un paese in cui la lingua inglese è la lingua principale. Questo è importante per comprendere le espressioni e l’inglese usato quotidianamente, cioè il linguaggio informale utilizzato nelle situazioni sociali, spesso non studiato o insegnato nei corsi tradizionali.

  3. Un buon insegnante di inglese ha almeno 2 o 3 anni di esperienza nell'insegnamento dell'inglese.

  4. Un buon insegnante di inglese ha una qualifica specifica per insegnare l'inglese come seconda lingua (ad esempio TEFL). Questo è VERAMENTE importante. Queste qualifiche sono progettate specificamente per gli insegnanti di inglese. Ricorda che non vuoi studiare la lingua inglese, ma vuoi imparare COME USARLA. (Buon per te se hai una laurea in lingue, ma questo non significa che sai come insegnarle!)

  5. Un buon insegnante di inglese ha fatto carriera nell'insegnamento (non sta semplicemente cercando lavoro e ha deciso di insegnare inglese perché può parlarlo).

Al The Language Centre siamo un mix di insegnanti madrelingua e bilingue di inglese e ci aiutiamo a vicenda a superare le varie sfide in classe. Tutti possiamo mettere qualcosa in tavola.


Essere madrelingua o bilingue non è importante per noi. Ciò che è importante sono buoni insegnanti che ti aiuteranno a raggiungere i tuoi obiettivi il prima possibile!


Quando cerchi una scuola di lingue chiedi informazioni sugli insegnanti (le loro qualifiche ed esperienze) e fai attenzione alle scuole che pubblicizzano un "metodo"....ma questo lo spiegherò in un altro post!


Tania


Tania Jenkin

Insegnante d'inglese da 2006

Certificato TEFL

Fondatrice, The Language Centre

  • Centro linguistico - Torino

  • Centro di preparazione esami Cambridge

  • Corsi online e face to face

instagram: english.with.tania


 

+39 3467238893

©2020 di The Language Centre Torino. Creato con Wix.com