State organizzando corsi di inglese per il vostro staff? State sprecando tempo e denaro!

Il vostro staff non ha bisogno di un corso di inglese. Il vostro staff deve imparare a usare l'inglese per svolgere correttamente il proprio lavoro. Queste sono due cose diverse.


Quindi? Che cosa dovresti fare? Vi spiego.


Sappiamo tutti che l'inglese non è fondamentale solo per le aziende internazionali o per le aziende che vogliono espandersi a livello internazionale. Con la globalizzazione, Internet e i social media, l'inglese è diventato fondamentale per qualsiasi azienda che voglia crescere o semplicemente sopravvivere.


Sappiamo tutti che se il tuo staff può comunicare e risolvere problemi in inglese al telefono o via email, i vantaggi sono tanti: si sentono meglio con se stessi e il proprio contributo aumenta la produttività, si risparmia tempo, si può investire in altre cose, ecc. (e l'unica persona in ufficio che parla inglese può finalmente andare avanti con il suo lavoro senza tutte le interruzioni del caso!).


Ecco cosa succede di solito:


L’azienda decide di investire tempo (e denaro se il corso non è finanziato) in un corso di inglese perché l'inglese aiuterà il personale a svolgere meglio il proprio lavoro. Tutti sono contenti.


Ognuno fa un test e poi il personale viene diviso in gruppi in base al loro livello, senza alcuna considerazione di ciò che ogni persona ha bisogno in base al proprio ruolo.


Quindi abbiamo un amministratore delegato (che ha bisogno dell'inglese per negoziare, prendere decisioni e avere conversazioni relative al marketing) nello stesso gruppo del direttore della fabbrica (che ha bisogno dell'inglese per parlare con un tecnico dello stabilimento in India quando ha un problema di installazione) e per rendere le cose ancora più interessanti abbiamo la ragazza di contabilità. Non solo si tratta di una strana dinamica dovuta alla gerarchia dei vari ruoli, ma non ha senso se l'obiettivo del corso è aiutare le persone a fare meglio il proprio lavoro perché tutti hanno esigenze diverse.


Poi arriva l'insegnante (scelto semplicemente perché è madrelingua) e accompagna tutti attraverso un corso di inglese tradizionale che include tutta la grammatica e forse un paio di attività di inglese "commerciale" (come giochi di ruolo nelle telefonate o "come scrivere un'e-mail aziendale").


Giusto per essere chiaro: un corso di inglese di qualsiasi tipo è vantaggioso per chiunque abbia voglia di migliorare il proprio inglese, ma questo tipo di corso non ti aiuterà a raggiungere gli obiettivi aziendali nel modo più rapido ed efficiente, anzi, rallenta tutto e tutti.


Quindi fondamentalmente l'azienda perde 90 ore di produttività (3 persone che fanno un corso di 30 ore) mentre si siedono in una stanza per un'ora o due alla settimana e imparano il verbo essere e presente semplice (entrambi utili per una conversazione sulla tua vita e i tuoi hobby ma completamente inutili quando cerchi di risolvere un problema con un tecnico in India il cui inglese non è molto buono, se non peggiore, del tuo).


Poi il corso finisce e tutto è esattamente come prima e tutti tornano a chiedere a quel povero ragazzo (della logistica), che ha un inglese di base che ha imparato in Erasmus, di aiutare con una mail o una telefonata.


Allora cosa deve succedere?


Per dare al personale ciò di cui ha bisogno è importante riconoscere il tipo di conversazioni che si svolgono:


Il personale nei ruoli di gestione di solito negozia, discute, incontra persone, prende decisioni e fa piani. Il personale amministrativo di solito spiega le cose o chiede alle persone le cose di cui hanno bisogno per completare un'attività o organizzare qualcosa. I tecnici, i responsabili logistici e gli operai di fabbrica di solito hanno bisogno di risolvere un problema che una delle parti ha (spesso correlato a un pezzo di macchinario).


È necessario fissare obiettivi chiari. "Il nostro personale ha bisogno dell'inglese" non è sufficiente. "Dare allo staff le competenze necessarie per svolgere il proprio lavoro" è ancora troppo generico. "Insegnare ai tecnici i diversi nomi delle parti della macchina in inglese in modo che possano capire cosa deve sostituire il cliente." Meglio!


Tutto il personale deve essere parte del processo. Quando The Language Center inizia con un'azienda, diamo allo staff un questionario in cui risponde a domande riguardanti l'inglese nel loro ruolo: Con chi parli? Perché ci parli? Di cosa parli? Quali sono le conversazioni ricorrenti che hai? Questi questionari includono anche domande relative alle loro preoccupazioni e sfide.


Il personale deve essere organizzato in gruppi in base al tipo di conversazioni che stanno avendo. Il programma e gli obiettivi devono essere creati per ogni gruppo.


Devono svolgersi laboratori settimanali, NON lezioni di inglese. Il personale deve imparare ed esercitarsi con attività legate all'azienda, al proprio lavoro, all'inglese e al vocabolario pertinente. In questi laboratori è necessario discutere problemi, fare domande, pronuncia e le mail. Allo staff deve essere insegnato come porre le domande giuste per ottenere le informazioni di cui hanno bisogno e come rispondere.


Questi laboratori devono svolgersi una volta alla settimana, ogni settimana fino alla fine del tempo, se necessario. (L'inglese non scomparirà. L'inglese è una lingua internazionale e deve far parte dell'azienda).


Da questo processo è possibile creare strumenti utili: poster e fogli di riferimento con domande e risposte comuni e vocabolario utile - e devono essere attaccati su muri, macchine e accanto ai telefoni. (Manuali o documenti finiranno in un cassetto e coperti di polvere.)


Una parte importante del processo è far crescere la sicurezza dello staff. Hanno bisogno di sentirsi come se stessero aggiungendo un valore all'azienda.


L'intera azienda deve iniziare a considerare l'inglese come una parte della quotidianità, non qualcosa "che si deve fare". Qualsiasi membro dello staff che dice la frase "the book is on the table" deve essere licenziato sul posto! Questo è ovviamente uno scherzo, ma quel tipo di pensiero e quelle battute appartengono al passato.


Non importa se il livello di qualcuno è migliore. È irrilevante. L'inglese è una lingua internazionale e ogni singola persona ha bisogno di sapere come usarla per lavoro. E questo non cambierà.


L'inglese non sta andando via!


Tania Jenkin

Insegnante d'inglese da 2006

Certificato TEFL

Fondatrice, The Language Centre

  • Centro linguistico - Torino

  • Centro di preparazione esami Cambridge

  • Corsi online e face to face

Instagram

  • english.with.tania

  • the_language_centre



97 visualizzazioni0 commenti
 

+39 3467238893

©2020 di The Language Centre Torino. Creato con Wix.com